Regole del cicloescursionista PDF Stampa E-mail
Scritto da Amministratore   
Martedì 15 Gennaio 2008 22:05

"Se le parole hanno un significato ed un senso, l'impiego del termine "cicloescursionismo" sta ad indicare una scelta etica prima ancora che tecnica". Annibale Salsa

 

 

Nella pratica della mountain bike capita spesso di percorrere sentieri normalmente frequentati da persone a piedi.

Per ricordare come un buon biker dovrebbe sempre comportarsi e per evitare che i sentieri su cui  siamo abituati a pedalare vengano preclusi alla pratica della mtb, riportiamo il Codice di Autoregolamentazione del Cicloescursionista del C.A.I., il Codice di Comportamento stabilito dalla National Off Road Bicycle Association, comunemente chiamato Codice NORBA e le regole I.M.B.A. (International Mountain-Bicycling Association), associazioni a cui aderiscono i principali club americani ed europei.

 

Codice di Autoregolamentazione del Cicloescursionista

 

ciclo_caiIl CAI annovera la bicicletta tipo mountain bike tra gli strumenti adatti all'escursionismo.

Il comportamento del cicloescursionista deve essere sempre improntato al fine di: "Non nuocere a se stessi, agli altri ed all'ambiente.

Norme ambientali

  • I percorsi sono scelti in funzione di tracciati e/o condizioni ambientali che consentano il passaggio della mtb senza arrecare danno al patrimonio naturalistico; evitare di uscire dal tracciato.
  • Le tecniche di guida devono essere ecocompatibili, evitando manovre dannose quali, ad esempio, la derapata (bloccaggio della ruota posteriore).
  • Non fa parte della filosofia CAI servirsi d'impianti di risalita o di mezzi meccanici e poi usare la mtb solo come mezzo di discesa (il downhill è estraneo allo spirito del CAI). 

    Norme tecniche
  • Il mezzo in uso deve essere in condizioni meccaniche efficienti.
  • L'abbigliamento, l'attrezzatura e l'equipaggiamento devono essere adeguati al percorso da affrontare.
  • Il casco deve sempre essere indossato ed allacciato. 

    Norme di sicurezza
  • La velocità di conduzione deve essere commisurata alle capacità personali, alla visibilità ed alle condizioni del percorso, in modo da non creare pericolo per sé e per gli altri.
  • Occorre sempre dare la precedenza agli escursionisti a piedi, che devono essere garbatamente avvisati a distanza del nostro arrivo, a voce o con dispositivo acustico.
  • La scelta dei percorsi deve tenere conto delle personali capacità fisiche, tecniche ed atletiche.

  •  

     

    Codice di comportamento N.O.R.B.A. (National Off Road Bicycle Association)

    • norbaDare la precedenza agli escursionisti a piedi anche perchè la gente giudica la mtb dal vostro  comportamento.
    • Rallentare ed usare cautela nell’avvicinare e superare altri escursionisti in bicicletta o persone che fanno trekking in montagna.
    • Controllare sempre la velocità ed affrontare le curve prevedendo di poter incontrare qualcuno. L’andatura deve essere commisurata all’esperienza di ciascuno ed al tipo di terreno.
    • Restare sui percorsi già tracciati, evitare di tagliare per terreni molli: c’è il rischi di danneggiare le vegetazione e accentuare l’erosione al suolo.
    • Non lasciare rifiuti. Portare con se i propri e, se possibile, raccogliere quelli abbandonati da altri.
    • Non spaventare gli animali e dare loro il tempo di spostarsi dalla vostra strada.
    • Rispettare le proprietà e lasciare i cancelli così come sono stati trovati.
    • Essere sempre autosufficienti. Meta da raggiungere e velocità media devono essere sempre stabilite in funzione all’abilità personale, all’equipaggiamento, al terreno, alle condizioni meteorologiche esistenti ed a quelle previste.
    • Non viaggiare da soli in zone isolate e, se si devono coprire lunghe distanze, comunicare sempre la destinazione ed il programma di viaggio.
    • Rispettate la filosofia del ciclo escursionismo, tesa al minimo impatto con la natura; limitarsi a scattare fotografie e lasciare impronte leggere, portandosi via solo bei ricordi.

     

     

    Regole I.M.B.A. (International Mountain-Bicycling Association)

     

    imbaIl rispetto di queste poche ed elementari regole non solo è un doveroso segno di civiltà, ma rappresenta anche l’unico strumento a disposizione di noi tutti per assicurare un futuro privo di incognite allo sport che tanto amiamo.

     

    1- Percorrete solo sentieri tracciati ed accessibili

    2- Non lasciate tracce

    3- Mantenete il controllo della vostra bicicletta

    4- Cedete sempre il passo

    5- Non disturbate la fauna locale

    6- Pianificate le vostre azioni

     

     

     

     

    Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Settembre 2016 20:56
     

    Sondaggi

    Quale novità ti piacerebbe trovare per la 10° edizione del "SETTE TERMINI BIKE TOUR"?